Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. 
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Get Adobe Flash player

Trattamenti della Coxartrosi

 
La Coxartrosi è una patologia degenerativa molto frequente tipica dell’età adulta, con incidenza eguale nei due sessi.
Ha decorso cronico, invalidante e determina elevati costi sociali. Unico approccio terapeutico possibile per ridurre il disagio del Paziente negli stadi più avanzati è l’impianto dell’Artroprotesi.
Il trattamento di tipo medico può però influenzare il decorso della patologia, rallentando il processo degenerativo e diminuendo le poussè (ricadute) infiammatorie.
Partendo da questi presupposti, è utile un programma terapeutico, basato essenzialmente su Tecniche Infiltrative con farmaci di nuova generazione e di Kinesiterapia, finalizzato al miglioramento delle performance motorie e al controllo del dolore.
 
Viscosupplementazione
E’ sufficiente una singola Infiltrazione Endoarticolare di Acido Ialuronico ad alto peso molecolare; l’obiettivo della viscosupplementazione è quello di ristabilire le naturali funzioni lubrificanti e ammortizzanti del liquido sinoviale. L’infiltrazione prevede una guida radioscopica o ecografica.
 
Terapia farmacologica
Utilizzo di Analgesici semplici (FANS non selettivi) associati a Gastroprotettori per il controllo del dolore peri-articolare e irradiato: teno-mialgie e artralgie a carico del ginocchio, dell’articolazione sacro-iliaca e del rachide lombo-sacrale.
 
Terapia fisica strumentale Elettroterapia antalgica transcutanea (TENS)
permette il contemporaneo trattamento delle aree bersaglio osteo-mio-articolari (trigger point) e delle zone di irradiazione del dolore; sedute della durata di circa un’ora.
 
Kinesiterapia
Rappresenta la base della rieducazione nelle affezioni osteo-artro-muscolari.
Nella coxartrosi i principali obiettivi consistono nel:
a) inibire gli atteggiamenti posturali patologici ed i vizi di deambulazione
b) migliorare l’articolarità residua dell’anca
c) rilasciare i muscoli retratti e rinforzare i muscoli ipotonici.
 
Riprogrammazione Propriocettiva ad Alta Frequenza
Nei Pazienti con Artrosi dell’Anca è spesso possibile raggiungere ottimi livelli di controllo posturale dinamico. In questi Pazienti la stabilità posturale diventa sempre più dipendente dalle informazioni visive, in gran parte per la progressiva riduzione delle esperienze motorie.
E’ importante pertanto incrementare le sollecitazioni propriocettive per evitare una regressione funzionale che altrimenti è sempre più grave del danno anatomico; previsto l’utilizzo del sistema Delos (Sistema computerizzato estremamente evoluto che consente di indagare l'influenza dell'informazione propriocettiva, visiva e vestibolare sul controllo posturale e sul movimento in varie situazioni sensoriali e di appoggio)
 
Counselling fisiatrico ed ergoterapia
Prevede sia la valutazione funzionale che la progettazione rieducativa ed educativa; anche con il supporto di opuscoli è infatti importante informare il Paziente sulla necessità di equilibrare gli eccessi ponderali, su una adeguata igiene di vita atta a diminuire gli stress articolari e sull’eventuale uso di ausili.
 

Attestati

Chi è On-line

Abbiamo 2 visitatori e nessun utente online

Ortopedia Infantile

Intervista sull'Acido Ialuronico